Il programma

La Festa dell’Aria avrà inizio alle ore 10.

Sarà il pilota alpagoto Giannangelo Dal Borgo, ai comandi del suo aereo Corvo Bianco, uno Zenair CH701, costruito interamente nell’officina di casa, assieme all’amico Enzo Polini, a dare il via alla manifestazione. Lo farà sorvolando l’abitato di Puos d’Alpago, e dando di fatto il via alla 16° edizione del Giro del Lago di Santa Croce con una fumata tricolore. Dal Borgo ha costruito il proprio velivolo in 12 anni di sapiente lavoro, ottenendo tutte le certificazioni dell’Ente Aviazione Civile. Aereo in grado di effettuare decolli e atterraggi nell’ordine di 30 metri. Nel 2001 Corvo Bianco ha ottenuto il premio come unico aereo costruito certificato nell’anno dall’Aereo Club Italia.


A scortare il ciclisti lungo l’intero perimetro del lago vi saranno due elicotteri ultraleggeri pilotati da Valerio Viel e Pierenzo Celli. Sarà questa l’occasione per gli organizzatori del Giro del Lago per effettuare una serie di riprese dall’alto della pedalata.


Dalle 11.45 e sino alle 12.30 saranno i parapendii del Delta Club Dolada, con le loro evoluzioni funamboliche, i protagonisti della festa. Per loro partenza dal monte Dolada e atterraggio ai campi sportivi della Comunità Montana in Puos d’Alpago, luogo d’arrivo del Giro del lago e scenario dove si svilupperà l’intera Festa dell’Aria.


Alle 12.30 premiazioni del Giro e arrivo dell’elicottero del SUEM 118, a cui farà seguito una semplice cerimonia di commemorazione di Dario de Felip.


Alle ore 13 e successivamente alle 14.30 toccherà a cinque paracadutisti dell’A.S.D. Paracadutismo Belluno veleggiare nei cieli dell’Alpago e proporre al pubblico prima un atterraggio di precisione, poi uno spettacolare lancio in Canopj, con contatti e prese intenzionali di due o più paracadutisti che volano in prossimità dei loro vele aperte.


Tra le 13.15 e le 14 protagonisti saranno le evoluzioni di elicotteri e aerei radiocomandati. Hobby sempre più diffuso che ha per fine la realizzazione modelli in scala ridotta di aerei ed elicotteri volanti, pilotati a distanza tramite radiocomandi a bassa frequenza.


Alle 14 e alle 15.30 il clou della manifestazione: l’airshow acrobatico del pilota solista Sergio Dallan, con il suo inseparabile aereo Yak-52, pronto a deliziare gli spettatori con evoluzioni al limite del possibile. Sergio Dallan è unanimamente riconosciuto come il fondatore della scuola acrobatica in Italia e istruttore dei più valenti solisti italiani. E’ stato per 23 volte campione italiano di acrobazia categoria illimitata ed è tra i 10 migliori piloti acrobatici al mondo


Alle 15.00 sarà la volta di Lino Rivolta, maestro di volo di Dario De Felip, a bordo del suo elicottero Robinson 22, a compiere funamboliche manovre nei cieli dell’Alpago. Si tratta in questo caso di un elicottero monomotore da turismo, biposto e con rotore bipala, utilizzato con successo come elicottero scuola.


 
Dalle 16 alle 20 spazio ai più piccoli con la possibilità di salire in alto a bordo di una mongolfiera a cura di Lampogas.


Durante l’intera manifestazione il rugby Alpago curerà la frasca e la cucina.