26 ottobre 2017

Chies e le sue montagne - Francesco Vidotto


Chies e le sue Montagne: Francesco VidottoSan Martino. la Locanda San Martino ospiterà giovedì 26 ottobre un doppio appuntamento di Chies e le sue Montagne: alle 19.00 si aprirà con una cena tipica a base di cinghiale con porcini (info alle 043740111), per proseguire poi alle 21.00 con l'incontro letterario con lo scrittore, con un passato da General Manager, Francesco Vidotto.

Titolo: "Quando la scrittura diventa rock e la montagna musica". Una serata dedicata ai libri, all'amore per la natura, ai sogni, dove il Vidotto racconta della sua relazione spirituale con le montagne.

Per dirla con parole sue: "La montagna, secondo me, è un tentativo del mondo di avvicinarsi a Dio. Lassù sei più buono e più umile e vedi la bellezza. Salendo in alto spesso mi è capitato di capire a fondo”.

Presenta la serata Anna De March.

____________________________________

Chi è Francesco Vidotto


Francesco Vidotto è nato a Treviso il 2 agosto del 1976. Ha iniziato a pubblicare nel 1995 su consiglio del regista Pupi Avati e dello scrittore Mauro Corona. Vive a Pieve di Cadore in provincia di Belluno, ai piedi del monte Antelao, tra le Dolomiti, nella casa lasciatagli dai nonni.


L'infanzia

Il padre Gianni Vidotto è direttore di un’azienda che opera nel settore del giardinaggio mentre la madre Angela Coletti è insegnante di geografia economica presso l'Istituto Professionale per il Commercio di Conegliano. Trascorre l'infanzia a Tai di Cadore, con i nonni materni, mentre i genitori sono impegnati al lavoro. All’età di sette anni affronta la sua prima scalata: l’ascesa alla cima del monte Ciareido in Marmarole e da allora mai smette di scalare. Per frequentare le scuole elementari e medie si trasferisce a Conegliano. Vive in città durante i giorni della settimana e ritorna in Dolomiti tutti quanti i weekend e le ferie.

L'adolescenza e l'età adulta

A quattordici anni s’iscrive al liceo scientifico Marconi, sempre a Conegliano, e lo porta a termine con fatica. Nel corso delle scuole superiori fonda un gruppo musicale di Rhythm and Blues e lavora in una piccola radio locale: Radio Conegliano conducendo una trasmissione abbastanza fortunata dal titolo "Giovani Antenne Radio". Sette anni più tardi si diploma e parte per il servizio militare: viene arruolato nel 16º Reggimento Alpini a Belluno e si congeda nel 1998. Successivamente si iscrive alla facoltà di Economia e Commercio presso l'Università Ca' Foscari Venezia e si laurea nel 2002. Lavora come revisore contabile per la Deloitte raggiungendo il ruolo di Senior per poi collaborare con un gruppo cartario italiano occupandosi della direzione generale di due stabilimenti in Toscana ed uno in Emilia.

La scrittura

In prima superiore, grazie al film La storia Infinita (film) decide di comperare e leggere l'omonimo libro. Da quel momento s'invaghisce della narrativa e inizia a scoprire centinaia di autori. Tra i romanzieri preferiti ci sono Italo Calvino, Stephen King, Andrea De Carlo, Giulio Bedeschi, Juan Rulfo, John Fante, Hermann Hesse e molti altri. L'amore per le parole altrui lo porta a tentare di scriverne delle proprie e così mette insieme una nutrita serie di racconti e romanzi brevi senza mai pensare di pubblicarli fino a quando, nel 2015, su consiglio del regista Pupi Avati e dello scrittore Mauro Corona decide di tentare di spedire un manoscritto alla casa editrice Rocco Carabba. Da quel momento lo scrivere storie è diventata la sua vita.

 

Opere

Stampa Chiudi finestra