IL GIRO DEL LAGO 2016 RADDOPPIA

ACCANTO ALLA VIA DI NATALE PEDALA E CORRE ANCHE CON LA CUCCHINI

Il Logo del Giro del Lago di Santa Croce 2016L’iniziativa proposta dal Comitato Alpago 2ruote&solidarietà si svolgerà domenica 21 agosto con partenza e arrivo a Puos d’Alpago

Ritorna anche nell’estate 2016 il Giro del Lago di Santa Croce, iniziativa per ciclisti e (da qualche anno) podisti proposta dal Comitato Alpago 2ruote&solidarietà. L’appuntamento è per domenica 21 agosto sul collaudato percorso che da piazza Papa Luciani di Puos si sviluppa toccando Farra, Pojatte, Santa Croce, La Secca e Bastia, prima dell’approdo finale a Puos. Complessivamente i chilometri sono 17,4: una distanza (e un dislivello) accessibili a tutti. Con le montagne dell’Alpago a fare da cornice a una giornata che è sport ma, soprattutto, socializzazione e solidarietà.

L’edizione 2016 del Giro del Lago propone una novità importante. Il Giro, infatti, raddoppia. Nel senso che il ricavato della manifestazione del prossimo agosto andrà a sostenere non più una ma due realtà che si occupano di persone che soffrono. Una è la “storica” associazione pordenonese “Via di Natale”, la realtà che gestisce la Casa “Via di Natale”, struttura nata per dare assistenza ai malati terminali oncologici del locale “hospice” e ospitalità gratuita ai familiari dei malati ricoverati presso il noto Centro di Riferimento Oncologico di Aviano, ma anche ai pazienti oncologici in terapia ambulatoriale.


Il logo dell'Associazione CucchiniL’altra, la “new entry”, è l’associazione Cucchini, la realtà bellunese che dal 1989 fornisce, attraverso una estesa rete di volontari, assistenza ai malati gravi ed ai loro familiari e che è  composta da un’equipe multidisciplinare con specifica preparazione nella terapia del dolore e cure palliative.

Il raggio d’azione del Giro del Lago, e del Comitato Alpago 2ruote&solidarietà, dunque, si amplia. Abbracciando due territori e due associazioni.

«Abbiamo recepito un’esigenza sentita  dal territorio e ben volentieri abbiamo prima cercato e poi dato avvio a questa nuova collaborazione» spiega Antonio Barattin, rappresentante bellunese nel consiglio di amministrazione della Via di Natale. «Più la solidarietà si amplia tanto più è efficace, in particolar modo in un ambito difficile e delicato come quello nel quale lavoriamo noi e la Cucchini». «Oltre tutto» dice ancora Barattin «entrambi i sodalizi contano solo sulla generosità della gente e delle comunità in genere e non dispongono di nessun contributo pubblico».

«Grazie alla Via di Natale e grazie al  Comitato Alpago 2ruote&solidarietà» afferma Vittorio Zampieri, presidente dell’associazione Cucchini. «Questo sostegno ci riempie di soddisfazione ed è anche uno stimolo a lavorare con più intensità nel futuro. L’essere a fianco di un’associazione come la Via di Natale, inoltre, è un’occasione importante che può aiutare il volontariato a crescere e a sapere rispondere sempre più e sempre meglio alla domanda di chi soffre».

«La solidarietà è per sua natura inclusiva» commenta Ennio Soccal, presidente del Comitato Alpago 2ruote&solidarietà. «L’edizione 2016 del Giro del Lago pedalerà e correrà insieme a due associazioni la cui finalità è similare: dare una mano a chi soffre e sostenere coloro che, medici, infermieri o volontari, svolgono un lavoro straordinario e spesso oscuro a favore dei malati terminali o oncologici».

Stampa Chiudi finestra