Al Giro del Lago 2016 si rinnova il matrimonio tra arte e sport

A tutti i partecipanti dell’evento benefico del prossimo 21 agosto la t-shirt disegnata da Jacopo Fo. Domenica 14 agosto l’inaugurazione della mostra nella sede municipale, con l’intervento dell’avvocato Giorgio Gasperin.

Jacopo Fo ha disegnato la maglietta del Giro del Lago di Santa Croce 2016Si rinnova il matrimonio tra arte e sport al Giro del Lago di Santa Croce. Anche l’edizione 2016 dell’iniziativa per ciclisti e podisti proposta da Comitato Alpago 2 ruote & solidarietà vedrà infatti la collaborazione di un protagonista del mondo dell’arte al quale, come ormai consolidata tradizione, lo staff organizzativo ha chiesto di “griffare” la maglia che verrà consegnata a ogni partecipante all’evento.

Dopo Gianni Stiletto, Gigliola Salvatori, Mario Tapia, Raul Barattin, Renata Carraro, Rino Pinto, Fabio Vettori, Vico Calabrò e Franco Murer, Alda Boscaro e Vincenzo Munaro, sarà Jacopo Fo a griffare la maglietta ricordo del Giro del Lago di Santa Croce 2016.

Jacopo Fo, figlio del premio Nobel  Dario Fo e di Franca Rame, affermato scrittore, attore, regista, blogger e fumettista, ha accettato con entusiasmo l’invito rivoltogli dal presidente Ennio Soccal del Comitato Alpago 2 ruote & solidarietà, realizzando un disegno che, in bella evidenza sulla maglietta, permetterà a ogni concorrente di pedalare lungo i 17, 4 chilometri del tracciato lungo il lago (partenza e arrivo a Puos) indossando una vera e propria opera d’arte.

Jacopo Fo ha disegnato la maglietta del Giro del Lago di Santa Croce 2016Ma Fo sarà protagonista anche di un’esposizione che andrà in scena dal 14 al 28 agosto nella sede municipale di Puos d’Alpago.  Saranno una trentina le opere dell’artista che il pubblico potrà apprezzare. Si tratta di soggetti diversi, tutti realizzati con la tecnica dell’acquerello: animaletti, mostri, guerrieri, nature morte. Realizzazioni che sposano in pieno lo spirito del Giro del Lago: sono infatti opere che Fo crea per contribuire al finanziamento del Comitato Nobel Disabili (www.comitatonobeldisabili.it), la realtà sorta all’indomani dell’ottenimento del premio Nobel da parte di Dario Fo e che ha come scopo quello di sostenere in vario modo la vita e l’attività di persone con disabilità fisiche o psichiche. Le opere in esposizione a Puos contribuiranno, oltre che a sostenere il Comitato Nobel Disabili anche a supportare le finalità del Giro del Lago.

L’inaugurazione avverrà domenica 14 agosto alle 16.30, con l’intervento critico dell’avvocato Giorgio Gasperin. Gli orari di apertura della mostra sono dal lunedì al sabato dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19, la domenica e i festivi dalle 16 alle 20.


Il logo del Giro del Lago di Santa Croce 2016Per quanto riguarda il Giro del Lago, prosegue a pieno ritmo il lavoro del comitato organizzatore. La prossima settimana si apriranno le iscrizioni che saranno possibili nelle giornate di mercoledì 17, giovedì 18, venerdì 19 e sabato 20 agosto dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20 presso la sede del Comitato Alpago 2 ruote & solidarietà, nei locali dello Sportello dell’Alpago del Centro Servizi per il Volontariato, in piazza Papa Luciani, a Puos d’Alpago. Ma la possibilità di iscriversi ci sarà anche la mattina della gara, domenica 21, dalle 8 e fino a quindici minuti prima del via. 

La quota di partecipazione (pari a 7 euro) comprende la citata maglietta, ristoro e assistenza medica. Trofei e coppe a società o gruppi più numerosi che si iscriveranno entro il 20 agosto. Moltissimi, inoltre, saranno i premi a sorteggio. Il ricavato della manifestazione sarà devoluto all’associazione  pordenonese “Via di Natale”, la realtà che gestisce la Casa “Via di Natale” di Aviano dando assistenza ai malati terminali oncologici e ospitalità ai familiari, e all’associazione “Cucchini” di Belluno, la realtà bellunese che dal 1989 fornisce, attraverso una estesa rete di volontari, assistenza ai malati gravi ed ai loro familiari e che è  composta da un’equipe multidisciplinare con specifica preparazione nella terapia del dolore e cure palliative.

Stampa Chiudi finestra