TOP
Image Alt

Alpago Solidale

  /  Alpago Solidale

Il Progetto Alpago Solidale

SOLLIEVO ALLE FAMIGLIE

Il Progetto Alpago Solidale nasce con l’intento di creare un secondo Centro Sollievo in Alpago, reso operativo ad inizio aprile a Puos, in aggiunta a quello da anni operante a Chies, per dare sollievo alle famiglie e alle persone che si occupano di un proprio caro con le prime difficoltà legate all’iniziale decadimento cognitivo. Vede la collaborazione tra la Azienda ULSS 1 Dolomiti, i Comuni e l’Unione Montana dell’Alpago e il Comitato Alpago 2 Ruote & Solidarietà.

UN LUOGO ACCOGLIENTE

Il Centro Sollievo è un luogo accogliente e sicuro dove volontari opportunamente formati accolgono la persona per alcune ore al giorno e se possibile per qualche giorno alla settimana.

OBIETTIVI

Gli scopi del Progetto Sollievo:

Sollievo: Sollevare le famiglie dall’assistenza diretta. i familiari possono ricavare del tempo per svolgere quelle attività pratiche e burocratiche spesso demandate o prendersi cura di sé stessi.

Apertura della famiglia: Contrastare l’isolamento sociale della famiglia dato dall’assistenza continua

Apertura dell’individuo:  Contrastare l’auto-isolamento dell’anziano

Socialità: Favorire una buona socialità

Abilità: Allenare le abilità rimanenti della persona

Salute: Rallentare il deterioramento cognitivo

Inserimento: Inserire la persona anziana e tutta la famiglia in un percorso informativo che contrasti i sentimenti di vergogna, disagio e difficoltà

A CHI È RIVOLTO

Il Centro può accogliere persone colpite da demenza allo stato iniziale (Alzheimer, Parkinson e altre forme). È necessario che via sia una certa autonomia nelle attività personali e che non siano presenti disturbi comportamentali come aggressività fisica e verbale, al fine di mantenere un clima sereno e disteso che garantisca la possibilità di svolgere le attività proposte.

DA CHI È GESTITO

Il Centro è gestito da un educatore e dai volontari del Comitato Alpago 2 Ruote & Solidarietà, formati al rapporto e all’assistenza delle persone anziane, che operano con la supervisione e il coordinamento di personale professionale. I volontari accolgono gli ospiti con attività di stimolazione cognitiva, ludica, ricreativa, creando un ambiente familiare e sereno.

COME ACCEDERE

Per accedere ai Centri e per maggiori informazioni contatta i Servizi Sociali dell’Unione Montana dell’Alpago al numero 0437/454441.
Gli assistenti sociali si faranno poi portavoce con i professionisti incaricati di seguire i progetti.

I CENTRI: GIORNI E ORARI DI APERTURA

Puos d’Alpago: Casa della Gioventù – Via Verdi – Lunedì dalle 9.30 alle 11.30

Chies d’Alpago: Teatro Minimo – Via Foscolo, 26 – Giovedì dalle 14.30 alle 16.30